Hana Yori Dango

hyd1.jpg

Scheda

Titolo : Hana yori dango, Boys over(before) flowers

Genere : Scolastico, Sentimentale, Commedia romantica

Anno : 2005

Paese : Giappone

Stagioni : - Hana yori dango

                  - Hana yori dango 2: returns

Episodi : 9

Durata : 45 minuti

Live Action : 1

Altre versioni :

                  Meteor garden (Taiwan 2001)

               Boys over flowers (Corea 2009)

               Meteor garden (Cina 2018)

Adattamenti : 

OAV

Manga

Cast

inoue-mao-hair-with-bangs.jpg

Tsukushi Makino : Mao Inoue

jun matsumoto.jpg

Domyoji Tsukasa : Jun Matsumoto

shun-oguri-36.3.jpg

Rui Hanazawa : Shun Oguri

Trama

Makino Tsukushi, nonostante provenga da una famiglia della classe operaia, frequenta l'Eitoku Gakuen una scuola esclusiva dove studiano tutti i ragazzi provenienti dalle famiglie più ricche del paese. Makino non solo non condivide lo stile di vita sfarzoso che conducono i suoi compagni d'istituto ma odia anche il clima di terrore che quattro ragazzi hanno instaurato a scuola. Gli "F4", flower boy, sono i quattro discendenti delle famiglie più potenti del Giappone e si divertono a prendere di  mira i loro compagni di scuola, e così, con il benestare di tutti, i ragazzi fanno quello che vogliono. Se per un qualunque motivo ti ritrovi nel tuo armadietto un foglio rosso è il segnale che sei stato preso di mira dagli F4 e da quel momento in poi diventi la vittima di vessazioni da parte di chiunque. Makino vive la sua vita scolastica cercando di tenersi alla larga da tutto ciò ma quando un giorno una sua compagna di classe sporca accidentalmente la camicia di Tsukasa, leader degli F4, la ragazza interviene per difenderla e lo affronta. Sarà la fine della pace per Makino che troverà un foglio rosso nel suo armadietto e diventerà vittima di attacchi, spesso anche molto violenti, da parte di tutta la scuola. La ragazza, però, non si lascia intimidire, non ha nessuna intenzione di lasciare quell'istituto a cui i genitori l'hanno iscritta con tanti sacrifici. E proprio il suo essere così testarda, coraggiosa e determinata attira l'attenzione di Tsukasa che comincia a provare un forte interesse per la ragazza che però, dal canto suo, ha una cotta per Hanazawa Rui, altro membro degli F4 e migliore amico di Tsukasa.

Recensione

Sono molto legata ad Hana yori dango dato che è stato il primo drama della mia vita. L'ho scoperto per puro caso guardando l'anime su You Tube e da lì mi si è aperto un mondo. Lasciando, però, da parte la questione affettiva devo ammettere che Hana yori dango è un buon drama ma non è la versione migliore tratta dal manga. Di questo, infatti, sono stati realizzati vari adattamenti nei diversi paesi e devo dire che questo giapponese è quello che riprende in maniera meno fedele le vicende raccontate nell'opera. Chiaramente la storia non è stata modificata, semplicemente alcune situazioni sono state reinterpretate. Tutto è stato reso un pò più "leggero", dalle vessazioni che subisce Makino a scuola dopo il foglio rosso, all'atteggiamento iniziale di Tsukasa nei confronti della ragazza che è decisamente più aggressivo rispetto a quello mostrato. Un altro aspetto poco trattato è quello del triangolo amoroso che coinvolge ad un certo punto i protagonisti. Chi ha visto l'anime (o letto il manga) sa come la situazione tesa tra Tsukasa, Makino e Rui inneschi delle dinamiche importanti ai fini della storia tanto da mettere i ragazzi in condizione di dover fare delle scelte a volte anche molto difficili. In questa versione, invece, si è deciso di affrontare la cosa in maniera molto fugace e senza approfondirla molto, lo "scontro" tra Rui e Tsukasa avviene in una sera nella quale i due lottano per strada e tutto si risolvecon qualche cazzotto. E' un vero peccato perchè proprio in quella situazione vengono fuori delle sfumature inedite del carattere dei personaggi. Comunque, tirando le somme, Hana yori dango è un bel drama? Sì, se lo si guarda senza grosse aspettative e senza pretese perchè è sicuramente una versione più leggera e a tratti più comica di una storia bella e coinvolgente.

Commenti